Editoriali

Regione Puglia,aiuto economico per i gruppi politici

Di:

Bari. Giustamente si devolvono contributi economici per i Gruppi politici in seno al Consiglio regionale pugliese. E’ prescritto da due Leggi regionali : n.3/1994 e n.34/2012. Soldi per fare? Attività istituzionali e iniziative,in particolare spese postali,di cancelleria,tipografiche e di trasporto,aggiornamento culturale e scientifico.

E quindi le impegnative visite di istruzione,azioni di studio informazione e consultazione,scambi culturali,acquisto di libri riviste e giornali,collaborazioni operative e professionali di esperti necessari per funzioni collegate ai lavori consiliari.

Pertanto il versamento,anno 2016, in favore dei Gruppi,al netto delle spese per il personale, è di 5.000,00 per ciascun consigliere regionale iscritto. Al 1°gennaio 2016 si contano nove entità partitiche. Vediamo :

Conservatori e Riformisti,5 consiglieri(presidente Ignazio Zullo) euro 25.000,00
Emiliano sindaco di Puglia,6 consiglieri(Sabino Zinni) 30.000,00
Forza Italia,5 consiglieri (Andrea Caroppo) 25.000,00
La Puglia per Emiliano,3 consiglieri(Paolo Pellegrino) 15.000,00
Movimento 5 Stelle,8 consiglieri(Antonio Trevisi) 40.000,00
Noi a Sinistra per la Puglia,4 consiglieri(Vincenzo Colonna) 20.000,00
Partito Democratico,14 consiglieri(Michele Mazzarano) 70.000,00
Area Popolare,3 consiglieri(Giovanni De Leonardis) 15.000,00
Popolari,3 consiglieri(Napoleone Cera) 15.000,00.

L’importo annuale complessivo è di 255.000,00 euro. Si rammenta che il consigliere regionale percepisce già un emolumento. Si chiama “indennità di carica e di funzione”. Tradotto,vuol dire lo stipendio da riscuotere ogni trenta giorni. Dal 1° luglio 2015 la cifra è di 7.000,00 lordi mensili. A cui bisogna aggiungere le spettanze in ragione del compito svolto.

Ecco : 2.700,00 euro per presidente della Giunta e del Consiglio,1.5000,00 per vicepresidente della Giunta e del Consiglio e assessori,1.200,00 per presidente Gruppo consiliare e presidente Commissione e consigliere segretario e assessori esterni. Domanda che circola tra i precari a vita e laureati senza lavoro e diplomati in attesa del nulla,di stanza nei pressi del Lungomare barese,appreso quanto sopra: “Dato che presidenti e assessori e consiglieri ricevono un mensile che oscilla da 11 a 13 mila euro,perchè la Regione spende altri 255 mila euro per i gruppi politici?”.

Interrogativo non proprio campato in aria.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati