FoggiaSan Severo
“Il viola è il colore dell’epilessia riconosciuto a livello mondiale"

Biblioteca “in viola” per la giornata internazionale per l’Epilessia

Per maggiori dettagli, consulta i siti Internet: www.lice.it; www.fondazioneepilessialice.it

Di:

San Severo. La Biblioteca Comunale è stata illuminata di viola, ieri sera lunedì 8 febbraio, in occasione della giornata internazionale per l’Epilessia, la malattia neurologica cronica più diffusa al mondo, che in Puglia colpisce circa 30.000 persone. L’Amministrazione Comunale ha accolto la proposta della LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia), la società scientifica che in Italia riunisce i neurologi che si occupano di epilessia, di illuminare di viola uno dei simboli monumentali della città: la biblioteca comunale “Alessandro Minuziano”. “Il viola è il colore dell’epilessia riconosciuto a livello mondiale – spiega il Sindaco Francesco Miglio – per l’assonanza con la lavanda, fiore associato alla solitudine, che ricorda l’emarginazione che spesso i pazienti con questa malattia vivono. L’adesione alla giornata di sensibilizzazione “M’illumino di epilessia” è stato un momento per accendere i riflettori su un disturbo che affligge tanti concittadini”.

(ANSA) – ROMA, 6 FEB – L’Epilessia è una malattia neurologica che si esprime in forme molto diverse tra loro. In media, ne soffre una persona su cento, con circa 6 milioni di persone in Europa e circa 500.000 in Italia, con 30.000 nuovi casi l’anno. Ed e’ proprio a causa della sua diffusione che l’organizzazione Mondiale della Sanità la riconosce come malattia sociale.

In Italia quest’anno il 9 febbraio si celebra la prima Giornata Internazionale dell’Epilessia, il più grande evento internazionale dedicato all’epilessia, organizzato dall’IBE (International Bureau of Epilespy) e dalla ILAE (International League against epilepsy), in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), che vede il coinvolgimento di 138 paesi aderenti all’IBE e all’ILAE. A partire da quest’anno, la Giornata si svolgerà ogni secondo lunedì di febbraio e prevederà numerose iniziative in diversi paesi e attività volte a migliorare la conoscenza sulla malattia, abbattere i pregiudizi che affliggono i pazienti e raccogliere fondi per migliorare la ricerca scientifica. La LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia), la società scientifica che in Italia riunisce i medici epilettologi, aderisce all’ ILAE (International Leeague against Epilepsy) ed insieme all’IBE promuove da molti anni campagne informative sul territorio nazionale ed una serie di iniziative volte a divulgare una corretta informazione e a contrastare pregiudizi e discriminazione per i pazienti con epilessia. Attraverso la sua Fondazione (Fondazione Epilessia LICE), quest’anno la LICE ha lanciato la campagna “La mia epilessia, il mio video”, iniziativa mirata a raccogliere le video testimonianze di pazienti e familiari, invitando loro a raccontare la propria storia nella lotta quotidiana contro questa patologia. Questa campagna ha l’obiettivo di aiutare le persone che soffrono di epilessia ad uscire dall’ombra, raccontare la loro esperienza e contribuire, in questo modo, a sconfiggere i pregiudizi sociali che ruotano attorno alla malattia.

Per maggiori dettagli, consulta i siti Internet: www.lice.it; www.fondazioneepilessialice.it. (ANSA).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi