ManfredoniaRicordi di storia
A cura di Pasquale Ognissanti (da “Favugne”, 1968)

I chése vicchje d’i marenére

Di:

I chése vicchje d’i marenére,
ddica u fume e a nasche
d’i pisce arrustite e stupéte
ji tutt’une p’a rrobbe e p’i mure,
mo so’ vacande, schjitte i crejature.
Ddica stanne, addica so’ jite
ll’ummene e lli fèmmene zite?
^^^
U sole, indr’e fore, ne gguarde
sti chése scure, sènza nescjune.
I crejature, a lla nude, n’and’i porte,
scjochene sule sule p’u sacch’e a sporte:
faccja scavéte, ucchje vescéte,
pèttel’appese, sènza na cure.
Tu, jome de mére,à avite pavure,
te ne sì jite e ll’amore t’à purtéte.
^^^
Lli bbevèlle, ca p’i sègge fore.
arrecamavene a dote e i lenzole,
mo so’ vicchje, sènza dinde, speléte.
I capille nirje e ricce addu stanne?
A bbellèzza vostre a quala vanne
ll’avite lasséte? Chi v’ò pegghjéte?
Llu sole, indr’e fore, cchjù ne nvése
i chése vicchje d’i marenére.

Pasquale Ognissanti (da “Favugne”, 1968)

Traduzione di Tommaso Fiore
Le case vecchie dei marinai.
Le case vecchie dei marinai,/ dove il fumo ed il tanfo/ di pesce arrosto con l’amaro odore/ di reti rammendate e messe in serbo/ è tutt’ uno pei muri e la roba,/ vuote ora sono, solo i bambini./ Dove stanno, dove sono andati/ gli uomini e donne zite?// Il sole, entro e fuori, non guarda/ le case scure senza nessuno./ I bimbi, nudi dinanzi alla porta/ giocano soli col sacco e la sporta./ Facce scavate, occhi malati,/ lembi pendenti, senza una cura./ Tu, uomo di mare,paura hai avuto./ te ne sei andato, l’amor ti hai portato.// Le ragazze, che sulle sedie fuori/ ricamavano la dote e le lenzuola,/ ora son vecchie, sdentate, pelate./ Le chiome ricce e nere dove stanno?/ E la bellezza vostra da qual parte/ l’avete lasciata? Chi ve l’ha pigliata?/Il sole, dentro e fuori, più non bacia/ le case vecchie dei marinai
.

A cura di Pasquale Ognissanti (da “Favugne”, 1968)

I chése vicchje d’i marenére ultima modifica: 2017-08-26T11:19:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi