FoggiaManfredoniaPolitica
Il segretario provinciale Azzarone: “Il partito è unito, dal 2017 è cambiato il mondo”

Campo: “I dirigenti del Pd avvertano la responsabilità di ricostruire più che polemizzare”

La consigliera comunale di Manfredonia interviene sul dibattito nazionale e sulla candidatura di Zingaretti


Di:

Foggia, 25 settembre 2018. “La festa dell’unità provinciale è stata molto partecipata, dall’allestimento dei gazebo ai compagni che si sono occupati della ristorazione. Si deve lavorare per la ripartenza, c’è il Pd, il simbolo e chi vuole lavorare è presente”. Lia Azzarone, segretario provinciale del Pd, smentisce l’esistenza di qualunque dissidio all’interno del gruppo, in particolare del partito a Foggia in cui, pure, si celebrò l’anno scorso un congresso cittadino seguito da ricorsi.  Il nodo politico riguarda i rapporti con l’ala renziana, quella di Elena Gentile, l’eurodeputato che su facebook, in occasione della festa dell’Unità, stigmatizzò il mancato invito al consigliere Buonarota che a quell’area fa riferimento. “Ma non parlo di un congresso del 2017- prosegue Azzarone- in questi mesi è cambiato il mondo. Qui, oltre a Zingaretti, che abbiamo invitato come unico candidato alla segreteria, per ora, è venuto Matteo Richetti, per due giorni ha girato con me la provincia. Non sta in piedi il discorso che se non sei ‘amico’ non puoi entrare, il partito è di tutti”.

Il Pd verso le comunali e le provinciali

La settimana prossima, il primo incontro con gli amministratori sulle elezioni provinciali di fine ottobre. Sebbene il segretario guardi al futuro e alle prossime scadenze elettorali, qualche ruggine è rimasta nelle correnti foggiane, come dicono fonti molto vicine agli ambienti renziani. Per svoltare serve un “accordo programmatico” e, per le provinciali, sarebbe la candidatura a presidente della Provincia del sindaco di Pietra Montecorvino Raimondo Giallella. Un passo del fronte di Emiliano, insomma, per riavviare un dialogo coi renziani anche in vista delle comunali l’anno prossimo. Valutazioni che, in ogni caso, non sono ancora passate dagli incontri ufficiali.

Questa divisione a Foggia può avere ripercussioni per la candidatura a sindaco? E’ chiaro che le voci più critiche del partito fanno riferimento alle sconfitte del 4 marzo per dire che “nemmeno con i civici” si è riusciti a vincere, registrando il peggior risultato regionale del Pd in Italia. Ma vediamo i posizionamenti locali rispetto ai nomi dei leader nazionali. Il capogruppo del Pd in Comune Augusto Marasco è vicino al governatore regionale, l’altro consigliere Alfonso de Pellegrino  al deputato di Manfredonia Michele Bordo, orlandiano, Luigi Buonarota è renziano, la segreteria provinciale e cittadina è frutto di una vittoria dell’assessore regionale Piemontese e di Emiliano. Nel 2015, con la segreteria Rauseo, Piemontese ottenne il massimo dei voti in provincia e divenne assessore. Da allora, come dice Azzarone, “è cambiato il mondo”, e pure il Pd,  non c’era stato l’exploit della Lega al sud ma il M5s ottenne un nutrito numero di consiglieri regionali, la sfida fu tutt’altro che semplice.

Congresso nazionale e regionale

Si dovrà celebrare il congresso nazionale, e, sebbene nessuno si sbilanci perché “si aspettano tutti i nomi dei candidati”, come dice il segretario cittadino Davide Emanuele,  il gruppo dirigente di Manfredonia, secondo indiscrezioni, potrebbe scegliere di puntare su Zingaretti. Parliamo del deputato Michele Bordo e del consigliere regionale Paolo Campo, un unico sostegno con il gruppo che fa riferimento ad  Emiliano. Ma i fedeli di Renzi aspettano il nome dell’antagonista di Zingaretti, e già mappano la Puglia per capire dove un loro nome potrebbe avere più possibilità, come a Brindisi e a Taranto. In ogni cosa “una conta”, come per ogni congresso, e la fiducia che Renzi trovi un candidato quanto più noto possibile in ogni parte d’Italia, o comunque più noto di Zingaretti.

L’altro appuntamento è il congresso regionale. Fu proprio l’eurodeputato Elena Gentile a chiedere le dimissioni del segretario regionale Marco Lacarra dopo le politiche, cosa che non è avvenuta, né il governatore auspicherebbe un cambio in quella postazione, a differenza dei renziani.

Campo: “Zingaretti ha l’idea di un partito strutturato”

Maria Grazia Campo è consigliere comunale a Manfredonia, roccaforte decennale del partito democratico nelle sue evoluzioni dal Pci ad oggi. Orlandiana, ha votato sì al referendum: “Abbiamo fatto, per questo una delle migliori campagne in tutta la provincia. Credo che il governo degli ultimi 5 anni sia stato migliore di tanti governi precedenti e che Renzi sia meglio di Salvini, Di Maio, Berlusconi. Ma abbiamo pagato, come partito, un prezzo altissimo alla personalizzazione della politica, non più una comunità che cammina unita ma tanti singoli che camminano per conto loro”. A proposito di Zingaretti, ascoltato alla festa dell’Unità provinciale a Foggia, aggiunge: “Lo apprezzo per il modo in cui ha saputo muoversi per le regionali,  con apertura,  parla all’elettorato per riprendesi quei voti che abbiamo perso e che da qualche parte sono andati. Ha un’dea di partito radicata sul territorio, invece Renzi ha un’idea centrata sul segretario che ha esautorato la classe dirigente locale”. Avverte “caos e confusione nel partito, siamo fermi, non si muove nulla, almeno che io sappia. Orfini dice di sciogliere il partito, ma perché, il nome Pd è bello, siamo noi a dover dare dei contenuti. A livello locale di questo dibattito non c’è nulla, noi, in particolare, ci occupiamo ogni giorno solo di questioni amministrative con i suoi ‘appiattimenti’ sulla materia, i suoi logoramenti e la perdita di consiglieri come Tonino Prencipe, che ha lasciato il Pd”.

L’ex senatore Orazio Montinaro, in un’intervista a Stato Quotidiano, aveva già espresso la sua critica al dibattito nel partito nazionale che “non raggiunge i territori” ma è abbastanza autoreferenziale. Un passaggio che ritorna anche nelle dichiarazioni di Campo: “Vorrei che i dirigenti avvertissero di più la responsabilità di ricostruire invece di perdere tempo ad attaccarsi: arroccati sulle loro posizioni parlano poco al popolo e ai militanti”.

A cura di Paola Lucino,

Foggia 25 settembre 2018

Campo: “I dirigenti del Pd avvertano la responsabilità di ricostruire più che polemizzare” ultima modifica: 2018-09-25T20:24:34+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
23

Commenti


  • Domenico Pio

    Buonasera/buongiorno.
    Occorre una ricostruzione radicale finalizzata al bene comune-al fine pubblico con un’ottica di collaborazione secondo i dovuti modi con ogni forza politica. Alle ultime politiche c’è stata l’occasione storica di poter porre in essere una collaborazione che “infrangesse” ogni barriera “settoriale”…ma come si è potuto dire che “la crisi economice nazionale” fosse passata, alla vigilia delle elezioni, detto da chi ha governato l’Italia…ma se l’Italia non ce la fà più (detto in termini semplici)…ma cosa e come si è governato…e soprattutto chi? Per me lì sono state perse definitivamente l’elezioni…una realtà contraria al reale (oggi si parla di moneta paesana per l’estrema crisi…). Ogni forza politica deve essere in possibilità di dare il suo contributo alla realtà a cui è chiamata…come “ingrediente” di un pasto, di un “tutto”…al mancare di un ingrediente, il pasto non solo non è più lo stesso, manca di sapore e soprattutto potrebbe non essere commestibile-cioè positivo per la persona.
    Che sia fatta la Sua volontà…
    Ricordo la fede, i diritti…e la preghiera…
    ringrazio per l’attenzione e la considerazione…
    una casa e stipendio-pensione essenziale possibile per tutti potrebbe dare una maggiore calma e competenza…

  • PD : SCIAGURATI A DIR POCO !!!!!


  • EX Piddidiota

    Egregia Dott. Campo altro che responsabilità, voi siete degli irresponsabili e continuate a fare del male a questa cittadina continuando a sostenere uno dei sindaci che ha maggiormente rovinato Manfredonia portandola al fallimento. Cosa seria e responsabile sarebbe quella di staccare la spina ad un malato terminale senza ulteriore accanimento terapeutico. Consigliera Campo faccia un ultimo favore alla città sfiduciando questo irresponsabile di sindaco e poi, voi del PD sparite chiudendo la porta, forse un giorno vi perdonerà no per questo ventennio di oscurantismo regalato alla nostra cittadina. Non voterò mai più PD e spero che questa classe politica che dirige il mio vecchio partito, dal centro alla periferia, venga cancellato perché voi la sinistra, quella degli operai e della povera gente, non sapete neppure dove sia. Ci faccia questo regalo di abbattere quest”amministrazione, che nel nome di una pesudo responsabilità vi sta terminando.
    Grazie


  • cittadino

    Cadute le ideologie, avrebbero dovuto emergere i vecchi valori che fondarono la Repubblica è la nostra bella è vituperata Carta Costituzionale. Invece abbiamo assistito al personalismi della politica, all’affarismo della politica, tant’e che nell’elettorato, il partito più grande, in questi ultimi tempi, è “l’Astensionismo”. Facciamoci una domanda perché tanti partiti di sinistra..si contrappongono, i problemi della classe operaia sono sempre gli stessi…cioè vivere tutti una vita dignitosa col lavoro che dev’essere onesto, sicuro e dignitoso.


  • antonio

    i dirigenti del PD vanno solo cacciati dall’Italia. Siete la rovina del paese.


  • Ettore

    Ricordaglielo pure alle tua compagne di partito della dirigenza cittadina che continuano ancora a difendere l’operato di questa amministrazione, dopo che anche loro se lo stanno prendendo in quel posto, ma questa è un’altra storia. Ah dimenticavo, siete riusciti a perdere anche la vostra sede storica in Corso Manfredi questo la dice lunga di come riuscite a far quadrare i conti poi pretendete di far quadrare i conti di una città?………o bella ciao bella ciao bella ciao ciao ciao


  • NON VEDO L'ORA DI ANDARE A VOTARE DI NUOVO!!

    DOVETE SPARIRE DALLA POLITICA ITALIANA, AVETE SFASCIATO UNA NAZIONE INTERA CI AVETE PORTATO ALLA ROVINA TOTALE!

  • a proposito di ricostruire ……..come mai il bilancio di manfredonia è cosi mal messo? perchè si continua a fare debiti a danno della città per coprire o favorire alcuni amici ? perchè si fanno scappare i crediti (oltre che gli assessori vari, durati di qualche settimana il tempo di capire la complessità della situazione di m…… creata a danno di tutti ) , come quello delle società folaghe ta.ri srl somme pari a cica 500.000 manufatti in zona ASI . perchè i dirigenti non vengono sanzionati per danno erariale avendo gli stessi non viglato su i dovuti pagamenti oltre ad aver autorizzato le dovute concessioni dirigenti del 7 settore ? come mai l’assessore rinaldi pasquale non si accorge di questi ammanchi ? e i vari assessori all’ urbanistica iniziando dall l’ex assessore la torre francesco … i consiglieri di maggioranza che votano i provvedimenti senza battere ciglio ….mariagrazia campo di cosa parliamo … questa classe dirigenziale ha premiato i dirigenti ,con il cosidetto premio di produttività .. altri invece,aumentano di grado ….con incarrichi prestigiosi .. come quello della PRESIDENZA ASI .
    bisogna prima demolire e poi ricostruire


  • Daniele

    Salvini vi spazzerà tutti, falsi buonisti, spendaccioni e impreparati a governare anche un condominio. Alle europee sarete resettati come meritate.


  • Giuseppe

    Bilanci al dissesto finanziario, una città letteralmente sporca, in aumento violenze, truffe e reati predatori….signora ne avete fatta di strada eccome!


  • stufo

    Commissario prefettizio!


  • Mirco

    Io votavo sempre Pd quando ho capito più o meno che addirittura ci tenevano all’oscuro del grandissimo mostrogas ho provato talmente disgusto che ho votato il Movimento 5 stelle e speriamo che almeno loro difendano Manfredonia.


  • An

    Cara Campo, è tutto inutile. Il risultato è che permetti a cinque o sei IDIOTI, di sfogare le loro frustrazioni con commenti IDIOTI.

  • SIETE UNA VERGOGNA…AVETE LE MANI DAPPERTUTTO….PROCURA!!!!!


  • Carmine

    X ex Pd, vedi che Rinaldi da mo è che ha preso le distanze da questa amministrazione.


  • Angelo impagnatiello

    Gentile consigliera queste considerazioni cosi maldestre ed oggettivamente offensive verso tutti i cittadini, evidenziano quanto sia grande la vostra pochezza mentale e soprattutto la vostra assoluta non conoscenza dei reali valori espressi dalla vera sinistra italiana.
    Usate parole come responsabilità…..nuove idee ecc…..ma in cuor vostro cosa avete da offrire di nuovo? Le vecchie responsabilità a chi le avete fatte pagare?
    Cordiali saluti….


  • Vecchio lettore

    An = Giorgio o sbaglio?


  • Michele Giordano

    MANFREDONIA FA SCHIFO NON C’E ALCUN CONTROLLO E OGUNO FA I PORCI COMODI SUOI.

    P.S. mi scuso x il maiuscolo


  • antonella

    Vecchio lettore non sbagli..giorgio e …..si cimentano nel cambio di nick name..nella speranza, che con i loro commenti..idioti, possano inpressionare i lettori…ma tante..che dimostrano soltanto la loro pochezza mentale e morale.
    Detto ciò, l unica analisi seria che si può rivolgere al pd, partito dei radical chic di oggi, che si sono arricchiti svendendo i diritti sociali degli italiani, alle banche e alle corporazioni di potere, altri non è che i figli dell’allora partito comunistia, i famosi mangiatori di bambini pur di sfamarsi, quelli che si spartiscono poltrone grazie alla politica, approvando milioni di euro debiti in bilancio e fuori bilancio, ma poi si battono il petto adducendo di essere gente responsabile😂😂😂😂😂😂😂😂
    Adesso, dopo la vittoria di salvini e Di Maio, che li hanno sfanculizzati a dovere, cercano disperatamente di risalire la china, promettendo posti di lavoro a destra e manca…..per non parlare dei concorsi sanitari, ma i debiti sono tutti lì….milioni dopo milioni, che noi cittadini dobbiamo pagare…loro campano di politica, producendo debiti…come sanguisughe sociali. Il lavoro resta una dolce chimera.


  • Vecchio lettore

    Tanto si capisce chi si nasconde dietro quei nick.


  • Alberto

    La gente è stufa delle dinastie politiche, dei proclami e quant’altro. Avete mai visto un politico sipontino al pronto soccorso, oppure a fare la fila alle poste, oppure fare la spesa nei mercatini? Io quasi mai. Sembrano quasi semidei irraggiungibili, fin qui nulla da dire forse è nella loro indole. Quello che mi stupisce e che non si sforzano minimamente di ascoltare la voce del popolo, nelle ultime elezioni politiche n potente e esperto politico è stato umiliato nella propria città natia dovecla gente per rabbia e protesta a votato altrove. Evidentemente la durissima lezione elettorale no è servita a nulla. Dovete, cari politici imparare a vivere tra la gente comune, ascoltare i problemi, condivederli quotidianamente anche con la gente più umile e non arroccarvi nei vostri palazzi.


  • Bufalara Nuova dell'Est

    Bufalara che lancia accuse di debiti , e poi difende Di Maio (che facendo manovra tutta impostata su creazione nuovo debito)
    e come Maestra che dice alla classe “Gli assenti alzino la mano”

    Italia nelle mani di incapaci, io mai visto controllore di volo pilotare aereo.


  • The King

    Penso che in Italia difficilmente qualcuno superi in quanto a incapacità quelli di Manfredonia, neanche in Venezuela e in Costarica si trova gente cosi sciacattata e impreparata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This