Edizione n° 5372

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

ANDREA Tacconi: “Devo operarmi di nuovo, il mio calvario non è finito. Lapo Elkann? È sparito”

A salvare la vita di Tacconi era stato suo figlio più grande Andrea

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
26 Maggio 2024
Cronaca // Gargano //

Ha potuto festeggiare tre volte Stefano Tacconi, a un anno dal coma in cui era caduto l’ex portiere della Juventus e della Nazionale, colpito da un’emorragia cerebrale davanti a suo figlio Andrea. A breve l’ex giocatore racconta al settimane DiPiù che dovrà tornare sotto i ferri per una nuova operazione: «Le ultime visite hanno evidenziato dei coaguli di sangue, dei “trombi”, nelle gambe e nella vena aorta. Devono “aprirmi” e darmi una sistemata. Mi hanno promesso che poi sarò come nuovo». Ma già oggi si sente decisamente meglio e si gode il triplice festeggiamento: «Assieme alla mia famiglia ho deciso di festeggiare le mie dimissioni dall’ospedale, il mio sessantasettesimo compleanno e anche il tredicesimo anniversario di matrimonio con Laura. Tre feste insieme per celebrare, nello stesso momento, i tre giorni più importanti della mia vita».

Nel periodo più difficile Tacconi ricorda chi gli è stato più vicino. A cominciare dai suoi quattro figli e la moglie Laura. E poi l’amico altro grande ex portiere, Walter Zenga. Ma c’è invece chi è sparito. Tra questi Tacconi lancia un nome su tutti, che lo ha particolarmente ferito, Lapo Elkann: «E questo mi ha fatto male – ricorda – eravamo grandi amici, io e Lapo, ma lui ha smesso di farsi sentire». (FONTE: OPEN).

3 commenti su "Tacconi: “Devo operarmi di nuovo, il mio calvario non è finito. Lapo Elkann? È sparito”"

  1. Gentile redazione di stato quotidiano vorrei se possibile che girate questo messaggio al signor Stefano Tacconi.
    Caro Stefano sono un tuo fan e tifoso della Juve dove tu hai giocato.
    Anch’io ho ricevuto il tuo stesso regalo a novembre 2023. Ti dico che è un regalo per ironia ma come te sono tornato in vita più forte di prima. A settembre anch’io dovrò sottopormi ad un nuovo intervento por rimettermi a nuovo. Ti sono vicino e ti abbraccio.
    Un tuo amministratore di Manfredonia.
    Spero che se ritorni a San Giovanni rotondo passi per Manfredonia sarai mio ospite.

  2. Che tu caro Stefano possa affidarti a Colui che può guarire sia fisicamente ma SOPRATTUTTO SPIRITUALMENTE che è la cosa più importante CRISTO GESÙ,e non andate dietro ad idoli che sono morti
    Un abbraccio.

  3. Caro quotidiano duole constatare che abbiate definito l’aorta una vena! Un’affermazione del genere è inconcepibile per chi dovrebbe fare informazione e cultura

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.