Sport
Il Ct ha cambiato otto undicesimi della formazione

Conte: “Ho poco da rimproverare ai ragazzi”

Il 27 giugno a Saint-Denis troveremo la Spagna, che nella finale di EURO 2012 rifilò quattro gol agli Azzurri

Di:

Roma. Per Antonio Conte quella con l’Irlanda è la prima sconfitta in una partita con i tre punti in palio, un ko indolore che non altera la classifica del girone e che va dimenticato in fretta, perché da domani la concentrazione deve essere tutta per il match di lunedì con la Spagna: “Sinceramente ho poco da rimproverare ai ragazzi – dichiara il Commissario Tecnico intervistato subito dopo il fischio finale – è stata una partita fisica e molto tosta, su un campo ai limiti della praticabilità”. Il Ct ha cambiato otto undicesimi della formazione che ha battuto la Svezia, un modo per vedere all’opera chi aveva giocato di meno nelle prime due gare e per poter valutare al meglio nuove soluzioni in vista degli ottavi di finale: “Ho avuto da tutti le risposte che cercavo – sottolinea Conte – e abbiamo perso la partita nel momento in cui sembrava che l’avessimo in pugno. Ora dobbiamo recuperare le energie. A parte Marchetti hanno giocato tutti e anche con otto cambi si è vista un’idea di calcio”. Il 27 giugno a Saint-Denis troveremo la Spagna, che nella finale di EURO 2012 rifilò quattro gol agli Azzurri e che anche nel 2008 ci estromise dall’Europeo battendoci ai quarti di finale: “I ragazzi stanno facendo tutto quello che devono fare – spiega Conte in conferenza stampa – noi siamo figli del lavoro e dobbiamo continuare a fare quello che stiamo facendo, senza farci venire l’ansia. Il primo obiettivo era arrivare agli ottavi, ora giochiamo contro una delle favorite, dovessimo basarci sulla carta dovremmo pensare che non c’è partita, ma per fortuna c’è il campo. Ricordiamoci da dove siamo partiti – avverte il Ct – e non fasciamoci la testa, anzi dobbiamo avere l’entusiasmo di affrontare una squadra come la Spagna così come l’abbiamo avuto contro il Belgio, che sembrava più forte di noi. Certo, finire il girone da primi e trovarsi in una parte del tabellone dove ci sono gli spagnoli, la Germania e la Francia è strano”. Pochi minuti prima del gol di Brady, il match avrebbe potuto avere un epilogo diverso se il destro a giro di Insigne non avesse sbattuto sul palo. Il fantasista napoletano, al suo esordio nell’Europeo, ha confermato di poter risolvere una partita anche entrando dalla panchina: “Ho dato il mio contributo, volevo segnare ma purtroppo non ci sono riuscito. Siamo stati sfortunati e sul campo non si stava in piedi, siamo dispiaciuti per il gol subito e per la sconfitta, ma ora dobbiamo guardare avanti e pensare alla Spagna. Oggi abbiamo dato il massimo e non abbiamo nulla da rimproverarci”.

Come al solito molto onesto nell’analisi della gara, Leonardo Bonucci ammette che si poteva fare di più: “Complimenti all’Irlanda, che ha messo in campo tanta corsa e fisico. A livello di palleggio siamo stati poco lucidi e con poca personalità e anche come cattiveria agonistica potevamo dare qualcosa di più”. Il difensore della Juventus era in diffida e con un cartellino giallo avrebbe saltato il match con la Spagna: “La spada di Damocle dell’ammonizione non mi ha fatto giocare tranquillo – spiega – poi il campo non ci ha aiutato, ma non deve essere un alibi. Dobbiamo proseguire su questa strada sperando che l’Europeo sia ancora lungo”. Dopo un paio di belle parate, Sirigu non è riuscito ad anticipare in uscita Brady e l’Italia ha subito così la prima sconfitta e il primo gol in questo Europeo: “Abbiamo preso gol per una sciocchezza – dichiara il portiere del Paris Saint Germain – e abbiamo macchiato la nostra prestazione. C’è stato grande impegno e siamo amareggiati per il risultato. Chi ha giocato ha fatto del suo meglio, il campo non ci ha aiutato e anche per questo siamo mancati un po’ in precisione. Contro la Spagna sarà una gara a eliminazione diretta e giocheremo in maniera diversa”. (FONTE: FIGC)

(ANSA) – ROMA, 22 GIU – Grazie al gol di Brady contro l’Italia nei minuti finali, l’Irlanda è l’ultima delle ripescate come migliori terze. Questa la griglia degli ottavi di finale di Euro 2016: Svizzera-Polonia (sabato 25 giugno a Saint-Etienne, ore 15) Galles-Irlanda del Nord(sabato 25 giugno a Parigi, ore 18) Croazia-Portogallo (sabato 25 giugno a Lens, ore 21) Francia-Irlanda (domenica 26 giugno a Lione, ore 15) Germania-Slovacchia (domenica 26 giugno a Lille, ore 18) Ungheria-Belgio (domenica 26 giugno a Tolosa ore 21) Italia-Spagna (lunedì 27 a Parigi-Saint Denis, ore 18) Inghilterra-Islanda (lunedì 27 giugno a Nizza, ore 21).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati