FoggiaGarganoManfredonia
"Per il Sud occorrono misure particolari e straordinarie"

Conte a Foggia “CIS: investimento da 280 milioni, benefici per il territorio”

"Ci sono gare per oltre 280 milioni che interessano l'intera Provincia di Foggia. 15 Comuni della Capitanata sono direttamente coinvolti, con varie imprese, fondazioni"


Di:

Foggia, 13 agosto 2019. ”Uno strumento innovativo sul quale il Governo ha puntato molto; una pagina significativa per il rilancio di questo territorio”.

Così il premier Giuseppe Conte a Foggia, durante il suo intervento successivo alla firma del Contratto istituzionale di sviluppo – CIS Capitanata.

“E’ una pagina corale che abbiamo scritto sin dal primo incontro avuto mesi fa in Prefettura a Foggia. Per il Sud occorrono misure particolari e straordinarie. Noi abbiamo già messo in cantiere un piano per il SUD, che andrà portato avanti comunque vada per la situazione governativa. E’ una terra speciale, ma dimostra anche di essere una terra normale. Siamo stati super rapidi, attraverso un ottimo metodo di lavoro condiviso. Diamo via libera a 40 progetti finanziabili per la crescita del territorio. Ci sono gare per oltre 280 milioni che interessano l’intera Provincia di Foggia. 15 Comuni della Capitanata sono direttamente coinvolti, con varie imprese, fondazioni. Un investimento che produce un effetto moltiplicatore fino a 568 milioni di euro. Non siamo davanti a un finanziamento singolo: sono tutti progetti che nascono dalla conoscenza del territorio, progetti che avete fornito voi, sollecitati da noi: per le infrastrutture, il turismo, i borghi”.

(ANSA) – FOGGIA, 13 AGO – Accolto da cori “Non mollare” il presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, è arrivato in Prefettura a Foggia per la firma definitiva del Contratto istituzionale di sviluppo (Cis) che darà il via libera ai cantieri per il rilancio del territorio della Capitanata.
Sono 43 i progetti in avvio, interessano la viabilità provinciale e altre infrastrutture, servizi per il turismo, collegamenti con le isole, valorizzazione museale e culturale, fino allo sviluppo dell’industria farmaceutica e sanitaria. Con la firma per questi progetti, finanziati con 280 milioni già stanziati dal Cipe, viene concretamente avviato il Contratto istituzionale di Sviluppo per la Capitanata, sviluppando investimenti per 534 milioni di euro.
Prima di salire in Prefettura per la firma, il premier si è intrattenuto con i propri sostenitori, scattando selfie e stringendo mani e autografando anche una chitarra. (ANSA).

CIS della Capitanata. M5S: “Porteremo avanti i progetti per il rilancio del territorio”

Nota dei consiglieri del M5S Puglia a margine della firma del Contratto istituzionale di sviluppo della Capitanata. “La firma del CIS della Capitanata rappresenta un ulteriore segnale dell’attenzione del Governo per il Sud. Grazie al Contratto firmato oggi dal Presidente Conte e dal Ministro Lezzi potranno partire progetti importanti per il lo sviluppo  economico, culturale e tecnologico dell’intero territorio di Foggia. 280 milioni che, come ha spiegato il Presidente Conte, produrranno da subito un effetto moltiplicatore fino a 560 milioni. Impegni che, qualunque cosa succederà, il Movimento 5 Stelle continuerà a portare avanti a Foggia e in tutto il Mezzogiorno. Abbiamo iniziato un cambiamento che non possiamo e non vogliamo fermare: lo dobbiamo alle centinaia di persone che oggi erano davanti alla Prefettura di Foggia per dire al nostro Presidente di non mollare e lottare contro tutto e tutti. Possono stare tranquilli che lo faremo a tutti i livelli istituzionali”.

fotogallery

EMILIANO A FOGGIA PER FIRMA CONTRATTO ISTITUZIONALE CAPITANATA CON CONTE, LEZZI E SINDACI: “LENIAMO LA SOFFERENZA DEI MIGRANTI DI BORGO MEZZANONE, PIÙ INVESTIMENTI SU STRADE STATALI. RISORSE CHE SI AGGIUNGONO AGLI INVESTIMENTI DELLA REGIONE SU DISSESTO IDROGEOLOGICO E VIABILITÀ ”.  “Devo dare atto al presidente Conte di avere, per quanto riguarda il contratto interistituzionale di sviluppo della Capitanata, fatto quanto possibile per lenire la sofferenza dei migranti di Borgo Mezzanone. Fermo restando che questo Governo ha fatto cose insopportabili con riferimento alle normative sul salvataggio in mare e in generale sulle questioni legate ai flussi migratori con il decreto sicurezza bis che persino il Presidente della Repubblica ha dovuto in qualche maniera correggere nell’interpretazione per renderlo compatibile con la Costituzione e con i trattati internazionali”.

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano da Foggia dove oggi in Prefettura ha sottoscritto il contratto istituzionale di sviluppo per la Capitanata alla presenza del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del ministro per il Sud Barbara Lezzi e dei Sindaci della provincia.

 

“L’aspetto positivo del contratto istituzionale per la Capitanata con riferimento alle politiche migratorie riguarda i 3 milioni di euro per tentare di risolvere l’orrore di Borgo Mezzanone, territorio dello Stato nazionale, perché, lo ricordo, noi lo sgombero dell’area di proprietà della Regione l’abbiamo realizzato anni fa anche grazie a Stefano Fumarulo”.

 

“È una giornata positiva – ha proseguito Emiliano – nella quale la fine di questo Governo coincide con l’inizio di un percorso della Capitanata che la Regione Puglia intende coordinare e soprattutto rendere compatibile con tutto ciò che già sta avvenendo. Noi stiamo investendo quasi 200 milioni di euro sui Monti Dauni e sul Gargano contro il dissesto idrogeologico, e gli investimenti sono in corso, più di 80 milioni di euro sulla ristrutturazione delle strade. È chiaro che questo danaro supplementare servirà a riprogettare, ci auguriamo in maniera rapida, tutte le strade statali del Gargano e dei Monti Dauni. Speriamo che questo avvenga, perché si tratta di opere non immediatamente cantierabili e quindi bisognerà farlo con grande pazienza e determinazione”.

 

“Con questo Governo, come sempre, ho cercato di collaborare in modo leale. Su molte questioni non abbiamo avuto la stessa visione, su Ilva e gasdotto Tap soprattutto. In altre vicende come sulla xylella siamo riusciti a capirci e a costruire norme accettabili, anche se, come voi sapete, andavano poi ulteriormente modificate. In generale il mio giudizio sul rapporto con il Presidente del Consiglio Conte, pugliese, e con la ministra Lezzi è tra virgolette positivo, nel senso che abbiamo fatto il nostro dovere, sia pure con punti di vista diversi. Adesso si apre un nuovo capitolo: questo nuovo capitolo mi auguro sia più coerente con la Resistenza che ieri è stata ricordata a Sant’Anna di Stazzema, una vicenda davvero drammatica, e che si ritorni a capire che per creare un governo repubblicano degno dei padri costituenti, non si possono fare errori nello scegliere i compagni di strada”.

 

“Quando al mio arrivo stamattina – ha concluso Emiliano – avvicinandomi alle balaustre, un gruppo di militanti del Movimento 5 stelle ha cominciato a gridare “buffone” perché “sono del Pd”, dopo qualche minuto vedendo che io non mollavo, mi hanno guardato negli occhi e hanno capito che il nemico non ero io. E che non lo è nemmeno il Partito democratico, o la storia dei partiti che hanno fatto la Resistenza. Forse hanno capito che il nemico è quello che ti pugnala alle spalle ed è tutto ciò che rappresenta l’eredità dell’autoritarismo di questo Paese. Quando sei una persona seria e hai la coscienza a posto tutto ti scivola addosso, e anzi oggi è stato bello dopo quel primo momento ritrovarci a stringerci la mano con quegli stessi militanti del Movimento 5 Stelle nella consapevolezza dell’importanza di dare a questo Paese un governo civile”.

 

VIDEO CONTE

<iframe src=”https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FGiuseppeConte64%2Fvideos%2F653617608492198%2F&show_text=0&width=560″ width=”560″ height=”315″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0″ allowTransparency=”true” allowFullScreen=”true”></iframe>

 

Conte a Foggia “CIS: investimento da 280 milioni, benefici per il territorio” ultima modifica: 2019-08-13T14:07:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Alfredo

    I finanziamenti dovrebbero essere rateizzati in 20 anni, costringendo le imprese a rimanere sul posto, e non come è già successo con il CONTRATTO D’ARIA a Manfredonia che presi i 💰, sono scappati via.


  • Rione Croce Accademia di inciviltà e aspiranti delinquenti

    Spero che una piccolissima parte delle risorse sia destinata all’installazione telecamere, posto fisso di polizia, e igiene e sicurezza.


  • Bella vittoria ! Ahahahaha

    Dalla lettura dei 43 progetti, per Manfredonia solo due progetti e mezzo, per un totale di meno di 2 milioni di euro: bella vittoria per il movimento dei 5 stelle della nostra città!
    Sempre che questi progetti siano finanziati fino alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This