Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Manfredonia. “Mi ha toccato nelle parti intime e mi ha chiesto di fare sesso. Chi? Un sacerdote”

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
25 Agosto 2023
Focus e Inchieste // Inchieste Manfredonia //

Manfredonia – “Non sono un bambino. Oggi ho 30 anni. Ma non c’è età né sesso per questa violenza che, più che fisica, è stata una violenza psicologica. Non ho dormito per quasi un mese e ho effettuato incontri con la psicologa perché ero traumatizzato“.

E’ il racconto odierno a StatoQuotidiano.it di un ex (…) originario di Manfredonia.

Ormai sono anni che ho lasciato Manfredonia e vivo in Inghilterra. Ero rimasto in buonissimi rapporti con tutti i sacerdoti tra cui (nome del sacerdote accusato dal ragazzo,ndr). Proprio con lui ci eravamo sentiti due anni fa e avendo saputo che sarei sceso a Manfredonia per le ferie estive, mi chiese di andarmi a prendere un caffè insieme”.

Ecco il racconto. “Appena scesi lo chiamai chiedendogli di uscire come si fa tra semplici amici. L’ho incontrato all’Acqua di Cristo e ci siamo seduti a un bar nei pressi della scogliera”.

ACQUA DI CRISTO, MANFREDONIA, IMMAGINI D'ARCHIVIO
ACQUA DI CRISTO, MANFREDONIA, IMMAGINI D’ARCHIVIO

“Dopo aver consumato un aperitivo, lui mi invitò a casa sua per una cena. Dopo aver mangiato carne arrostita e bevuto vino rosso (lui ne ha bevuto parecchio, ma non è una giustificazione per quello che ha fatto) mi chiese di fare sesso con lui ed io ero uscito subito fuori il balcone per fumare una sigaretta ma lui mi seguì fuori richiedendomi di fare sesso e ha cominciato a toccarmi e a palparmi le mie parti intime”. “A quel punto me ne andai di corsa spaventato”.

“La mia domanda è: se al posto mio ci fosse stato un bimbo di 12-13 anni? Credete che abbia potuto avere la stessa mia forza e lo stesso mio coraggio per rifiutarsi ed andare via?”.

“Non ho denunciato questa situazione, no. Ho contattato solo (nome di un altro sacerdote di Manfredonia, e il ragazzo mostra messaggio e screenshot come prova,ndr) riferendogli quanto accaduto. Purtroppo, io, avendo precedenti penali per fatti avvenuti più di 12 anni fa, ho avuto paura di ritornare in tribunale e magari di non essere creduto dal giudice o da chi di dovere”.

“Il mio consiglio è per tutti quei bambini indifesi: NON FIDATEVI MAI DI NESSUNO, neanche di un prete e non entrate in casa di nessuno sconosciuto”.

Ma perché non ha presentato denuncia contro questa persona? “La verità? Non l’ho fatto perché ho avuto paura”.

A cura di Giuseppe de Filippo, g.defilippo@statoquotidiano.it

3 commenti su "Manfredonia. “Mi ha toccato nelle parti intime e mi ha chiesto di fare sesso. Chi? Un sacerdote”"

  1. Nessun cordone ombelicale mentale con i genitori? Nessuna confidenza? Comunque mai fidarsi di nessuno e nessuna (ci sono anche donne assatanate di sesso con minori). Gli orchi e le orche, porci e porche si annidano in tutti i contesti sociali e volte anche nella parentela.

  2. Il lato di più preoccupante è che a dire di certe teorie di psicoanalisti coloro che, subiscono violenze sessuali nella fase adolescenziale sviluppano loro malgrado fantasie sessuali simili a ciò che hanno subito e pertanto in età adulta potrebbero avere impulsi simili a quelli dei loro predatori della loro infanzia violata.

  3. Se è il prete che si dice, è gay, non pedofilo.
    Ma comunque l’atto in sé per sé va condannato ovviamente

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.