Edizione n° 5307
/ Edizione n° 5307

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

“Gli europarlamentari della Lega sono degli irresponsabili”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
31 Marzo 2020
Gargano // Manfredonia //
“Gli europarlamentari della Lega sono degli irresponsabili. Hanno presentato degli emendamenti alla proposta di finanziamenti europei nella lotta contro il Coronavirus che, se fossero stati approvati durante la plenaria del 26 Marzo, avrebbero ritardato almeno di due  settimane l’erogazione dei fondi. La palla, infatti, sarebbe ripassata al Consiglio che ha adottato la proposta della Commissione senza emendamenti. Siamo i primi a pretendere dall’Europa che faccia di più e meglio, ma l’Italia ha bisogno di questi fondi subito, i cittadini non possono aspettare. Dobbiamo essere tutti responsabili, avevamo quindi chiesto alle Lega di dimostrare di esserlo con i fatti, ritirando immediatamente quegli  emendamenti che rischiavano di essere un boomerang anti-italiano”,  così in una nota Rosa D’Amato e Mario Furore europarlamentari del Movimento 5 Stelle. 
http://www.eunews.it/
Rosa Damato http://www.eunews.it/
“In Commissione Sviluppo regionale si era deciso unanimamente di procedere alla procedura semplificata senza emendamenti con l’accordo pure della Lega. Giovedì scorso il presidente Sassoli nella conferenza dei presidenti ha deciso di tenere una sessione straordinaria per votare direttamente in plenaria le proposte della commissione europea. Anche in commissione Pesca si era deciso ad unanimità di adottare la procedura d’urgenza senza emendamenti per arrivare quindi ad un voto rapido, perché in una situazione emergenziale come questa la rapidità è tutto. Bisognava iniettare liquidità immediatamente agli Stati membri, il M5S in vista di questo allineamento istituzionale pur essendo consapevole che il piano di investimenti al coronavirus è perfettibile, ha responsabilmente deciso di non presentare emendamenti, tutti i partiti hanno deciso così, esclusa all’ultimo la Lega. C’è da considerare non solo l’urgenza del provvedimento ma anche il fatto che se non si conoscono le procedure del parlamento europeo risulta difficile far comprendere la rapidità a cui eravamo chiamati. Questo non vuol dire che riteniamo esaustive le misure per l’acquacoltura o i pescatori contenute nelle disposizioni per il COVID-19, anzi proprio per questo in commissione Pesca sono state elaborate una serie di misure di sostegno erogabili attraverso il FEAMP, e si possono trovare molte proposte del Movimento Cinque stelle Europa, come la possibilità di estendere il sostegno per l’arresto temporaneo anche a quei pescatori che dovessero interrompere la loro attività per via dell’emergenza sanitaria, insieme anche alla deroga dell’attuale norma che limita il sostegno alla durata massima di sei mesi e alla possibilità per gli Stati membri di stanziare risorse maggiori per questa categoria. Quindi un lavoro di squadra chiaro che ha coinvolto tutti gruppi parlamentari tranne la Lega”
 
Concludono Furore e D’amato:
“È giusto che cambino le priorità in questa fase di emergenza. In particolare, condividiamo la maggiore flessibilità sulla eleggibilità della spesa e l’uso del FESR per aiutare le imprese a far fronte agli shock finanziari a breve termine collegati alla crisi del coronavirus. Abbiamo inoltre le misure a favore della pesca. Ricordiamo che gli 11 miliardi che la Commissione ha annunciato di aver stanziato per l’Italia provengono non da denaro fresco o da nuovi strumenti, ma semplicemente da anticipi e riorientamenti di fondi già allocate o ancora non usati dall’Italia. La Commissione europea ha fatto la sua parte, adesso tocca al Consiglio mobilitare ulteriori risorse affinché nessuno perda il posto di lavoro e nessuna impresa chiuda a causa della pandemia”.

3 commenti su "“Gli europarlamentari della Lega sono degli irresponsabili”"

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.