Manfredonia
Premiato nell'ambito dell'ottava edizione del concorso internazionale 'Corto e Cultura nelle Mura di Manfredonia'

Manfredonia, ‘Fellini mi vuole conoscere? A sort’. Ferruccio Castronuovo racconta (VIDEO)

Il concorso è stato organizzato dall'”Associazione Angeli”, sotto la direzione artistica di Anna Rita Caracciolo


Di:

Manfredonia – OTTAVA edizione del concorso internazionale ‘Corto e Cultura nelle Mura di Manfredonia‘: svoltasi lo scorso 25 luglio – nei locali della Lega Navale di Manfredonia – la gran serata finale di premiazione dei cortometraggi e delle sceneggiature vincitrici della 6^ edizione “Premio Vincenzo Di Lascia”. Ospiti d’eccezione le attrici Lorenza Indovina, Cloris Brosca, Nadia Kibout e il regista Ferruccio Castronuovo, oltre allo speaker-doppiatore pubblicitario Marco Troiano. Il concorso è stato organizzato dall’”Associazione Angeli”, sotto la direzione artistica di Anna Rita Caracciolo. Si sono alternati nella presentazione il giornalista Matteo Perillo e l’attore-Kabarettista Filippo Totaro.

A partire da questa edizione c’è stato un restyling sul nome stesso della manifestazione per via della sua crescita mantenendo comunque il suo nome originale con l’aggiunta di FILM FESTIVAL. Numerose opere cinematografiche sono pervenute per concorrere da diverse Nazioni d’Europa: Francia, Spagna, Germania e da diverse Regioni d’Italia come Lazio, Umbria, Sicilia, Sardegna, ecc.

VIDEO INTERVISTA A CURA DI BENEDETTO MONACO

Redazione Stato

Manfredonia, ‘Fellini mi vuole conoscere? A sort’. Ferruccio Castronuovo racconta (VIDEO) ultima modifica: 2015-07-27T12:23:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Giuseppe

    Ho assistito a tutta la serata compreso il video e devo dire che il livello dall’anno scorso a questo non è sceso ma precipitato. Noioso disorganizzato un video che fa cag… Davvero penoso. Quattro ospiti a fine carriera è un figlio dell’organizzatrice Caracciolo che canta due canzoni in modo orrendo e che oltretutto con il tema non c’entrano nulla. Caracciolo mi dispiace ma il livello è veramente bassissimo.


  • Gabri

    professionalità zero. Gli artisti tutti obsoleti ormai a fine attività da chissà quanti anni. L’unico che penso sia ancora in piena attività e devo dire molto bravo, il doppiatore di origini Manfredoniane, che peró sembrava imbarazzatissimo per lo squallore della serata. Sembrava un pesce fuor d’acqua e penso che non lo vedremo più .in una manifestazione del genere ormai diventata ridicola. E poi (offensivo,ndr)


  • Gianfranco

    Giuseppe e Gabri nello stile di alcune battute di un mio amico: … e se fossero la stessa persona? MHà!!! Stessa vena e stile critico di scrittura molto AVANZATO quasi da professionista. Cmq grazie per la personale e singolare opinione esternata tramite un/due commento/i e non magari di persona o PER TELEFONO!????
    Tutto il pubblico presente nel parterre è stato preso per i fondelli ed erano lì seduti solo per comodità di seduta in riva al mare???
    Bhè come dicono in Francia: VATT CULC! Traduzione: Si consiglia un agiato riposo per poter giovare di buona salute e di buona riflessione e lucidità mentale!
    MEDITATE GENTE, MEDITATE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This