Sport
Quali siano gli obiettivi bianconeri è facile intuirlo: «Vincere in campionato, cosa per niente scontata, confermarci in Coppa Italia e andare avanti il più possibile in Champions»

Roma-Juve, Allegri: ‘Partita importante, affrontiamola con serenità’

Garcia: "La Juve è la squadra che ha vinto gli ultimi quattro campionati, mantiene un livello molto alto"

Di:

Torino – Si sta avvicinando una delle partite più attese del campionato italiano ma Massimiliano Allegri, in conferenza stampa a Vinovo, predica serenità. «La sfida di domani sarà importante, ma dobbiamo mantenere il giusto equilibrio. La Roma è un’ottima squadra, una delle favorite alla vittoria finale insieme all’Inter e a noi – spiega Allegri – Inoltre è probabile che domani scenda in campo con il dente avvelenato, visto che lo scorso anno è arrivata dietro di noi in classifica. Dovremo giocare un match intenso, soprattutto da un punto di vista tecnico. Ed essere consapevoli delle nostre qualità e dei nostri avversari».

Detto questo, la partita con i giallorossi arriva troppo presto per essere determinante: «Abbiamo un intero campionato davanti e per affrontarlo serve equilibrio, che deve essere una nostra caratteristica fondamentale. Domenica scorso contro l’Udinese abbiamo disputato una buona partita, dominando il possesso palla e tirando tante volte in porta, ma abbiamo perso: il calcio è così. Dopo la pausa, quando torneranno i nazionali e sarà concluso il mercato, ci ricompatteremo e potremo per affrontare la stagione e raggiungere gli obiettivi che sono nel nostro Dna». Pazienza: una virtù fondamentale per affrontare al meglio una lunga stagione e per dare il tempo di ambientarsi ai nuovi arrivati, come per esempio Zaza. «Simone resta con noi, deve solo ambientarsi e crescere: è un ottimo giocatore e centravanti della nazionale, ha buone qualità e ha solo bisogno di tempo», aggiunge il tecnico.

Quali siano gli obiettivi bianconeri è facile intuirlo: «Vincere in campionato, cosa per niente scontata, confermarci in Coppa Italia e andare avanti il più possibile in Champions». A proposito della Coppa europea: «Abbiamo un girone difficile, ma non impossibile. Ci sono tutte le possibilità di andare avanti, saranno decisive la seconda e la terza partita». Tornando a domani: «Ci auguriamo che sia una bella giornata di calcio, che sia uno spettacolo e una festa». Allegri non risparmia alcune anticipazioni: «Giocherà Dybala dal primo minuto, sarà con noi Morata che è a disposizione e davanti alla difesa ci sarà Padoin. È l’unico giocatore a disposizione che ha le caratteristiche per ricoprire questo ruolo, qualsiasi altro al posto suo sarebbe un azzardo. Anche domenica ha giocato bene, come peraltro tutta la squadra».

Il Mister cita anche i giocatori che non prenderanno parte alla trasferta romana: «Non ci sarà Isla e nemmeno Coman, in partenza. È stata una sua volontà andare altrove, non potevamo trattenerlo. Ho puntato su di lui in queste prime partite, ma ha scelto di partire». E non ci sarà nemmeno Llorente, in settimana approdato al Siviglia: «Mi spiace molto, è un ragazzo straordinario e con grandi doti, che ha dato molto in questi anni alla Juventus».

Mercato. La Juve ha ceduto il francese Coman con un prestito biennale al Bayer Monaco: 5 milioni subito, 2 il secondo anno e 21 milioni per il riscatto (diritto non obbligo). Il Palermo sta provando il blitz per il prestito di Mauricio Isla. Juve-Schalke, c’è l’accordo. Draxler, si attende il sì finale.

Garcia. Anche Rudi Garcia, il tecnico della Roma, è consapevole che la partita contro la Juve arrivi ancora troppo presto per essere decisiva: «In Italia è abbastanza particolare giocare una partita così importante alla seconda giornata. Nessuno squadra è ancora pronta, siamo all’inizio del campionato». Nonostante ciò, l’allenatore francese è ben cosciente dell’avversario che avrà davanti: «La Juve è la squadra che ha vinto gli ultimi quattro campionati, mantiene un livello molto alto, anche perché sono arrivati giocatori di grande valore. Quanto il mercato la abbia cambiata saranno solo i fatti a dimostrarlo: noi sappiamo che domani dovremo giocare al massimo per tentare di vincere.»

(fonte: juventus.com)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi